La religiosità della terra

Incerta su quale pagina riportare qui, del prof. Duccio Demetrio, ho deciso per l’ultima.

duccio  La religiosità della terra va riscoperta dentro se stessi, nella sua matrice originaria e rinnovata ogni volta in cui ci si accorga  di aver riaperto gli occhi al mattino,guardandosi intorno,ammirando un paesaggio o scoprendo che è intollerabile che tante devastazioni continuino.

La terra è evoluzione e regresso,declini e rinascita, inverni rapiti dal silenzio e primavere deflagranti, sfrontate,che tornano a turbare sensi ingialliti,spogli, i singhiozzi della memoria.La terra è metamorfosi. Come simbolo e realtà irrecusabile. E’ divenire, nella apparente e fallace fissità dell’essere.

All’estinguersi dell’uno,anche ogni apparente immobilità tornerà al nulla.Parola inconcludente, in fondo: poichè finchè la terra sarà tale e vivente non potrà darsi il vuoto,il nulla. Sia la sua tenebra o luce accecante. L’idea apparterrà alla coscienza nostra che teme la propria scomparsa. Al sogno di poter migrare in un’altra terra incognita. Simile a quella dal cui guscio siamo stati liberati.Mai nelle cose,nostro unico appiglio. La terra è tutto ciò di cui possiamo e vogliamo dire.

Posati su di essa,un’ultima volta,nutriti da lei, impegnati a renderla ancor più prodiga o a far di tutto per distruggerla in una tragica rivalità millenaria.Solo questo sappiamo: la terra per ora sono ancora io, in questo momento; sei ancora tu. C’è perchè l’un l’altra ci teniamo stretti. Quando straripa, crolla,trema,dilaga, ingoia.E’ una religiosità senza dogmi, senza sacerdoti,senza leggi che non siano quelle osservate, sopportate,accettate o addomesticate della natura. E’ una religiosità umilmente umana, primitiva e colta; nè bizzarra nè monotona. Si rinnova in ogni istante pur non sapendolo.

Riconoscerne la presenza in noi è una fede che prescrive di non essere fedeli a nessun altro, se non a se stessi: è una grande e possibile fede civile. Non si accontenta della solitudine e desidera condividerla con chi nella terra veda il nostro principio e il nostro previsto congedo. Per esseri ancora più umani tra noi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...